Il Presidente Raffaele Cantone affronta, come già fece con la Determina n. 1 del 2014, il problema delle cauzioni rilasciate da soggetti non autorizzati, chiarendo che in sede di offerta tali garanzie possono portare all'esclusione.
Precisa che i soggetti autorizzati sono quelli inseriti in un Albo unico degli intermediari previsto dall'art. 106 del D.lgs n. 385/1993 (Testo Unico Bancario).
Non essendo, però, ancora esistente l'Albo, transitoriamente dal 12/05/2015 fino al 12/05/2016, per consentire un passaggio dal vecchio al nuovo ordinamento, varrà ancora il precedente regime che prevede quali unici soggetti abilitati al rilascio delle garanzie coloro che risultano iscritti all'elenco previsto all'art. 107 del TUB (nella formulazione antecedente alla riforma intervenuta con il d.lgs. n. 169/2012).
Per verificare che le polizze siano state rilasciate da soggetti abilitati suggerisce di consultare il sito della Banca d'Italia: https://infostat.bancaditalia.it/giava-inquiry-public/flex/Giava/GIAVAFEInquiry.html# 
Determinazione n.1 del 29/7/2014: "Problematiche in ordine all'uso della cauzione provvisoria e definitiva (artt. 75 e 113 del Codice)"

Comunicato del Presidente del 1° luglio 2015: Indicazioni alle stazioni appaltanti e agli operatori economici in ordine agli intermediari autorizzati a rilasciare le garanzie a corredo dell'offerta previste dall'art. 75 e le garanzie definitive di cui all'art. 113 del d.lgs. 163/06 costituite sotto forma di fideiussioni.