Certificati per Contratti non integralmente conclusi

I Giudici del Consiglio di Stato concludono, dunque, che:
non v'è ragione per ritenere che l'impresa possa richiedere alla committenza (pubblica o privata) il rilascio del certificato di esecuzione solamente quando il contratto d'appalto sia stato integralmente concluso, nel senso che non residuano più prestazioni dovute a carico di entrambe le parti.
Il certificato di esecuzione lavori può essere rilasciato anche qualora il contratto d'appalto non sia ancora concluso, ovvero, detto altrimenti, se i lavori sono ancora in corso di esecuzione, per quella parte di lavori che il RUP attesti completata con buon esito e contabilizzata.

In allegato la sentenza del Consiglio di Stato 21/02/2020, n. 1320.

Fonte:  Redazione LavoriPubblici.it