Si comunica che in data 28/09/2017 il Consiglio di Stato – Sez. V ha emesso l'ordinanza n. 4207/2017, per mezzo della quale ha accolto l'istanza cautelare promossa da Bentley sospendendo gli effetti della Delibera ANAC n. 30 sotto indicata. Di conseguenza è stata disposta la sospensione dell'annotazione sotto riportata nonché “di ogni altro atto presupposto, connesso, collegato e conseguenziale”. Il Consiglio di Stato ha altresì ordinato la sollecita fissazione dell'udienza di merito ai sensi dell' art. 55, comma 10, cod. proc. amm..

Nel rispetto della trasparenza che da sempre contraddistingue l'operato della Bentley SOA s.p.a., si comunica che in data 02.02.2017 è stata pubblicata sul sito dell'A.N.AC. la seguente annotazione in capo alla scrivente:  

Si da' notizia che il Consiglio dell'Autorita' Nazionale Anticorruzione con delibera n. 30 in data 18.1.2017 ha comminato alla Soa BENTLEY - Organismo di Attestazione s.p.a. (c.f. 02751850047), con sede in Cuneo, Via XX Settembre, 2, in persona del legale rappresentante, una sanzione pecuniaria ai sensi dell'art. 6, comma 11, del d.lgs. 163/2006 e dell'art. 73, comma 2, lettera b), del d.p.r. 207/2010, quantificata in euro 5.000,00 (cinquemila/00), per aver operato non conformemente alle disposizioni di cui all'art. 70, comma 1, lettere a), f) e g) del medesimo regolamento.”  

La citata annotazione è il risultato di un lungo procedimento svoltosi in  contraddittorio nel quale la Bentley ha fermamente sostenuto la  piena correttezza del proprio operato. Sulla base di tale risoluta convinzione la scrivente ritiene doveroso promuovere  il ricorso innanzi al Tribunale Amministrativo competente a tutela dei propri interessi.